X

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicit‡ in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di pi˘ o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Chiudendo questo banner, invece, presti il consenso allíuso di tutti i cookie

The first (Stagione 1) - Teste di Serie

The first (Stagione 1) - Teste di Serie

"Quello che é lontano, é vicino, vicinissimo... Appena sotto la pelle... E respira, palpita, batte forte, in attesa che tu lo trovi." Tom Hagerty Lo spazio. Sconfinato, misterioso, affascinante. (...)


Arti e visioni


News & Eventi



Ultimi articoli


  • Ricordati di me: Muccino al quadrato
    Ricordati di me: Muccino al quadrato

    Ricordati di me è una specie di Muccino al quadrato, iperbolico nella sua ansia totalizzante. Ammirevole, quasi: chi altro poteva fornire materiale di (...)


  • PRENDIMI...SE PUOI!
    PRENDIMI...SE PUOI!

    La felicità è uno dei diritti inalienabili nella società americana, proclama Abagnale a pagina 16. E nell’intento di perseguire questa felicità (materializzata (...)


  • ULTIMA PALLOTTOLA
    ULTIMA PALLOTTOLA

    Dato che ormai l’horror italiano è morto e sepolto, e l’unico sopravvissuto rimasto a vagare nel deserto come Vincent Price per l’EUR in L’ultimo uomo sulla (...)


  • DARK ANGEL
    DARK ANGEL

    Tempi difficili per i grandi registi di cinema che si confrontano con la televisione. Robbery Homicide Division, la serie con cui Michael Mann è tornato al (...)


  • UN FUNERALE DELL'ALTRO MONDO
    UN FUNERALE DELL’ALTRO MONDO

    Qualche anno fa qualcuno diceva “keep cool”. Più che un monito o un allarme era uno sguardo facile, lucido e incontrovertibile. Un viale del tramonto dove non (...)


  • White Oleander
    White Oleander

    Per questo White Oleander si parla di nomination all’Oscar per Michelle Pfeiffer e in effetti ciò che rende il film degno di nota è senz’altro (...)


  • Prendimi l'anima
    Prendimi l’anima

    Ci sono due soli momenti emotivamente forti e riusciti nel film: quello in cui Jung, a teatro, reagisce quasi con orrore alla divampante passione di Sabina (...)