• The Party - perché no

    The Party - perché no

    Premiato all’ultimo Festival di Berlino (Qui la recensione dal nostro inviato) con il Guild Film Prize, passa ora al Festival di Roma The Party, di Sally Potter (chi se lo ricorda il suo Orlando, con Tilda Swinton?) che ne firma la (...)


  • The Post

    The Post

    Questa recensione sarà un entusiastico e ininterrotto inno di lode in favore di The Post, il nuovo film di Steven Spielberg, che dopo l’incidente del Grande Gigante Gentile (boiatina ahimè pesante come un macigno in una filmografia che (...)


  • Downsizing

    Downsizing

    Scelto per l’inaugurazione della settantaquattresima Mostra del Cinema di Venezia, Downsizing di Alexander Payne, va subito detto, delude e affossa il ricordo del fulgore di La La Land, che aveva aperto la rassegna del Lido lo scorso (...)


  • L'ora più buia - perché sì

    L’ora più buia - perché sì

    In un’annata avara di titoli importanti, e soprattutto capaci di mettere d’accordo umori ed esigenze di critica e pubblico, arriva finalmente sugli schermi un film che a buon diritto potrebbe pretendere incondizionati applausi da (...)


  • Ella & John - The Leisure Seeker

    Ella & John - The Leisure Seeker

    Quando Billy Wilder venne in Italia per girare, sull’isola d’Ischia, Cosa è successo fra tuo padre e mia madre?, con Jack Lemmon e Juliet Mills, per il ruolo dell’efficientissimo direttore dell’albergo la produzione aveva opzionato un (...)


  • Napoli velata

    Napoli velata

    A soli 10 mesi di distanza da Rosso Istanbul, il suo film che ha lasciato meno tracce nel pubblico dei suoi aficionados italiani (storia turca, attori turchi, e il consueto intreccio costruito e pretestuoso tipico del suo cinema), (...)


  • Star Wars: Gli ultimi Jedi

    Star Wars: Gli ultimi Jedi

    Chi scrive è tra quelli che nel 1977 spesero i propri sudati risparmiucci di adolescente per correre a vedere in prima visione, appena arrivato sugli schermi italiani, quello che per parecchio fu considerato l’Episodio 1 di Guerre (...)


  • Loveless

    Loveless

    Nelyubov, titolo originale del nuovo film del russo Andrey Zvyagintsev, significa letteralmente “non-amore”, ovvero quell’indifferenza da parte dei genitori in cui cresce Alyosha, dodicenne moscovita costretto a sopportare sulle proprie (...)


  • Riccardo va all'inferno

    Riccardo va all’inferno

    “Ho immaginato un Riccardo III che fosse maschera tragica e comica al tempo stesso, così Massimo Ranieri per interpretarlo attinge alla commedia dell’arte ma anche ai supereroi Marvel”… Da queste poche parole della regista Roberta Torre si (...)


  • Blue Kids

    Blue Kids

    Blue Kids è il bell’esordio da regista dell’assistente di Matteo Garrone, che glielo ha prodotto, Andrea Tagliaferri, presentato in concorso al Festival di Torino numero 35. 75 minuti di cinema di ampio respiro e vasta gittata di sguardo, (...)