• Civiltà perduta

    Civiltà perduta

    James Gray è tra i registi statunitensi sotto i 50 anni il più elusivo e sfuggente, e ogni suo nuovo film, pur inscritto entro un genere preciso (il noir, il dramma sentimentale, o, come in questo caso, il film d’avventura e di viaggio in (...)


  • D'après un vrai Festival

    D’après un vrai Festival

    A Festival finito, sulla scia di un’adrenalina in evaporazione, ha senso dire ancora qualche parola sui verdetti di una giuria mai così singolarmente assortita come questa settantesima volta che in Croisette si sono svolti i giochi (...)


  • Cannes 2017 - Lerd (A Man of Integrity)

    Cannes 2017 - Lerd (A Man of Integrity)

    Lerd (A man of integrity) è il film battente bandiera iraniana che ha vinto la sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes, quella che ha sempre un occhio di riguardo verso le cinematografie ’minori’, o comunque non inserite nel (...)


  • I figli della notte

    I figli della notte

    Unico film italiano in concorso al Festival di Torino, I Figli della Notte è il lungometraggio di esordio di Andrea De Sica, “figlio d’arte” del cinema italiano, nipote di uno dei nostri assoluti più riveriti Maestri, Vittorio de Sica. Suo (...)


  • Cannes 2017 - The Meyerowitz Stories (New and Selected)

    Cannes 2017 - The Meyerowitz Stories (New and Selected)

    Che Noah Baumbach sia o non sia “il nuovo Woody Allen” poco dovrebbe importare a chi ama il cinema ed è contento di poterne godere le infinite declinazioni provenienti da un’area geografica ben definita come New York, che, come sa bene chi (...)


  • Clint a Cannes

    Clint a Cannes

    Agli eventi speciali del Festival di Cannes, con gli accrediti stampa di colore giallo è quasi certo che non entri (le gerarchie cromatiche sono rigidissime: il giallo è il colore della stampa online, giallo come l’invidia per chi ha i (...)


  • Cannes 2017 - L'amant d'un jour

    Cannes 2017 - L’amant d’un jour

    Un altra conte d’amore è passata, dopo Un beau soleil intérieur di Claire Denis, alla Quinzaine des réalisateurs, firmata da un altro maestro del cinema francese, che con la scelta rigorosa di un bianco e nero sgranato e poco contrastato (...)


  • Tutto quello che vuoi

    Tutto quello che vuoi

    Alessandro e i suoi tre amici hanno poco più di vent’anni e sono modellati secondo un improbabile aggiornamento pasoliniano, con tutto quello che comporta di poco credibile essere dei borgatari trasferiti nella Trastevere del 2017, dove (...)


  • La notte che mia madre ammazzò mio padre

    La notte che mia madre ammazzò mio padre

    Una commedia nera tra Agatha Christie e il Vaudeville, diretta con mano graffiante e piuttosto felice da una donna, Inés Paris, che smorza i toni eventualmente più caustici di una regia al maschile, a tutto vantaggio della credibilità di (...)


  • La Roma di Sir Tony

    La Roma di Sir Tony

    Un solenne in bocca al lupo, anzi alla Lupa Capitolina (che, innocua, allattò i gemellini invece di papparseli), all’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia impegnata in questi giorni in un prestigioso tour che la vedrà esibirsi in (...)