• L'adieu à la nuit – Fuori concorso

    L’adieu à la nuit – Fuori concorso

    Il paesaggio è quello dolce della Francia meridionale, precisamente dell’Occitania, ai piedi dei Pirenei, la luce quella della primavera incipiente: un’ambientazione consueta nelle pellicole di André Téchiné. In primo piano la figura di (...)


  • Der Boden unter den Füßen (The Ground Beneath My Feet) - Concorso

    Der Boden unter den Füßen (The Ground Beneath My Feet) - Concorso

    Due sorelle differenti per indole e atteggiamento, due sorelle messe l’una di fronte all’altra, ciascuna con le sue specificità, una più forte e sicura, l’altra più debole e incerta. Il tema è un topos letterario che attraversa da secoli la (...)


  • Öndög - Concorso

    Öndög - Concorso

    Il regista e sceneggiatore cinese Wang Quan’an è un ospite abituale del festival di Berlino: vi ha presentato nel 2002 il suo primo lungometraggio, Yue shi (Eclissi lunare), ha vinto l’Orso d’oro nel 2007 con Tuya de hun shi (Il matrimonio (...)


  • La terra dell'abbastanza

    La terra dell’abbastanza

    La terra dell’abbastanza è il lungometraggio d’esordio di due giovani romani, i fratelli gemelli Damiano e Fabio D’Innocenzo, i quali raccontano la periferia romana dei giorni nostri, caratterizzata da degrado senza speranza, secondo una (...)


  • Eva

    Eva

    Tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore inglese James Hadley Chase (pubblicato nel 1945 e disponibile in italiano presso Feltrinelli), Eva è un film del regista parigino Benoit Jacquot il quale riscrive la vicenda trasportandola (...)


  • Ága

    Ága

    Peccato che Ága del regista bulgari Milko Lazarov sia stato presentato fuori concorso. Si tratta infatti di un film incantevole, dalle intense tonalità liriche, e avrebbe avuto ottime chance di vincere qualche premio importante. (...)


  • Mein Bruder heißt Robert und ist ein Idiot (Mio fratello si chiama Robert ed è un idiota)

    Mein Bruder heißt Robert und ist ein Idiot (Mio fratello si chiama Robert ed è un idiota)

    Chi ha apprezzato Il grande silenzio di Philip Gröning farà fatica a riconoscere lo stesso regista in questo film dal titolo lungo e stravagante che in italiano suona come Mio fratello si chiama Robert ed è un idiota e dal contenuto (...)


  • Khokk (Pig)

    Khokk (Pig)

    Chi è il serial killer che semina il panico tra i registi cinematografici di Teheran uccidendoli uno a uno mozzandogli la testa dopo aver inciso loro sulla fronte la parola “maiale”? Nessuno lo sa e nessuno può impedire la catena di (...)


  • 7 Days in Entebbe

    7 Days in Entebbe

    Pochi ricordano quanto accadde a Entebbe in Uganda quattro decenni orsono. Eppure quell’episodio di terrorismo internazionale tenne il mondo in sospeso per sette lunghissimi giorni (da qui il titolo del film) e sancì la supremazia (...)


  • Figlia mia

    Figlia mia

    A tre anni di distanza da Vergine giurata, in concorso alla Berlinale 2015, la regista romana Laura Bispuri torna al festival della capitale tedesca col suo secondo lungometraggio, e anche in questa occasione affronta il tema (...)