• Miele

    Miele

    Dopo l’esordio dietro la macchina da presa di Valeria Golino nel 2010 con il cortometraggio Armandino e il Madre, storia d’amore tra i vicoli di Napoli di due ragazzi di estrazione sociale e nazionalità differenti, questa volta la nostra (...)


  • E pensare che da piccolo ero un bravo bambino

    E pensare che da piccolo ero un bravo bambino

    Scoprire che il passaggio dall’infanzia all’adolescenza possa trasformarsi in un viaggio interiore, alla scoperta della propria identità e anima, è reso possibile grazie allo stile efficace e d’impatto e alla lingua vernacolare, utilizzati (...)


  • Oreste

    Oreste

    Nella sua rivisitazione dell’Oreste, Marco Bellocchio decide di sovrapporre due storie tanto lontane quanto simili: I pugni in tasca folgorante opera prima, che rivelò nel 1965 il grande talento cinematografico regista, e l’antica (...)


  • IL NUOVO TEATRO DI JEAN PAUL DENIZON: DA PARIGI ALL'EUROPA.

    IL NUOVO TEATRO DI JEAN PAUL DENIZON: DA PARIGI ALL’EUROPA.

    Nello scenario teatrale italiano, diviso tra un teatro borghese vincolato a dei canoni drammaturgici obsoleti ed un teatro “off” tendenzialmente autoreferenziale, poco accessibile al grande pubblico, brillano delle personalità: una di (...)


  • La vita cronica

    La vita cronica

    Dopo anni finalmente l’Odin Teater è tornato in scena a Roma con La vita cronica, dopo aver debuttato a settembre scorso a Holstebro in Danimarca con la regia e la drammaturgia di Eugenio Barba. E si tratta di uno spettacolo dedicata (...)


  • Anna Karenina - prove aperte di infelicità di Giuseppe Bertolucci

    Anna Karenina - prove aperte di infelicità di Giuseppe Bertolucci

    L’ultima regia di Giuseppe Bertolucci può essere definita un’operazione d’ispirazione filologica, diversa e più rischiosa rispetto a tutti i suoi lavori precedenti. Il maestro ha voluto riscoprire e mostrarci una Karenina primigenia, nella (...)


  • Ebrei a Roma

    Ebrei a Roma

    Partiamo dal presupposto che Gianfranco Pannone sia uno dei più poliedrici e validi registi di documentari nell’Italia contemporanea. Dopo Io che amo solo te (2004), Il sol dell’avvenire (2008) e Scorie in libertà (2012), Ebrei a Roma si (...)


  • La ricotta

    La ricotta

    La risposta di Antonello Fassari al perché abbia scelto di portare sul palcoscenico proprio La ricotta tra le opere cinematografiche di Pier Paolo Pasolini, è stata lapidaria: "mi ha colpito subito, dalla prima volta che l’ho letta". (...)


  • Il grande mago

    Il grande mago

    Il grande mago in scena al Teatro dei Conciatori a Roma fino al 3 febbraio, è uno spettacolo vincente grazie ad una triade di addetti ai lavoro molto ben assortita: scritto da Vittorio Moroni, diretto da Giuseppe Marini e interpretato (...)


  • Ripensando al Teatro con Mariagela Melato

    Ripensando al Teatro con Mariagela Melato

    Pensare a Mariangela Melato equivale, per molti amanti dell’arte della recitazione, a pensare al massimo risultato della potenza interpretativa nelle sue forme più disparate, e quindi ad un turbinio di emozioni ed espressioni (...)